Scritto da Super User
Categoria:

Marcello Scarponi e Paolo Fagotti sono i due membri del nostro osservatorio che si occupano della ricerca di super novae.
La ricerca occupa in toto il telescopio Leviatano da 50 cm di diametro.
La tecnica di ricerca è così articolata: 
Una volta scelta la zona di cielo da investigare vengono effettuate foto su tutte le galassie al suo interno.
Queste foto vengono messe a confronto con quelle in archivio, sempre realizzate dal nostro osservatorio. Con la tecnica del blinking, che consente di confrontare rapidamente due immagini, vengono ricercate eventuali Super Novae, che avranno l’aspetto di una nuova stella nel campo inquadrato.
Sotto un’esemplificazione di quanto detto

   

Nella foto di sinistra è possibile vedere la SN 2005 CS, segnalata dal nostro team di ricerca 2 giorni dopo la sua esplosione

Nella foto che segue invece la scoperta di Paolo Fagotti, la sn2012aw

SN2012AW

Scritto da Super User
Categoria:

Programma di monitoraggio di Novae Nane

Le Novae Nane sono stelle variabili cataclismiche i cui modelli teorici sono ancora da perfezionare e per questo c'é bisogno di dati continuativi sulle variazioni del flusso luminoso e del colore, così, attraverso osservazioni fotometriche nelle bande U B V R I é possibile per i fisici teorici estrapolare informazioni utili riguardo i fenomeni fisici che governano la vita di questi insoliti oggetti.

Il modello attuale di questo tipo di variabili cataclismiche é ipotizzato in un sistema binario con una gigante alla quale viene sottratta lentamente della materia da una Nova; in tal modo si viene a creare un disco di accrescimento di materia intorno alla Nova che in seguito viene inghiottito generando una repentina variazione di luminosità.     

Il Programma sul monitoraggio di Novae Nane, é guidato dal nostro direttore scientifico, l'astronomo Corrado Spogli, in collaborazione con il Ph. D. in fisica Massimo Fiorucci e il fisico Daniele Capezzali, che, dal 2003 si avvalgono del nostro osservatorio per l'acquisizione dei dati attraverso foto digitali eseguite con CCD.

Lo studio si appoggia al DIPARTIMENTO DI FISICA dell'Università degli STUDI di PERUGIA.

Le attività di ricerca impegnano il telescopio "Elefantino" di Porziano in toto, che quindi è utilizzato esclusivamente per tali attività.

Chiunque sia interessato o voglia saperne di più può scrivere una e-mail nella casella del gruppo ricerca scientifica cliccando Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  

QUESTE PUBBLICAZIONI DI DATI SONO STATE ACCETTATE DALL'UNIONE ASTRONOMICA INTERNAZIONALE NEL SUO BOLLETTINO DELLE STELLE VARIABILI

PRIMA PUBBLICAZIONE   IBVS 5420     (Fotometria di alcune Novae Nane)

SECONDA PUBBLICAZIONE   IBVS 5473   (Fotometria e curva di luce di X Leonis)

TERZA PUBBLICAZIONE   IBVS 5596   (Fotometria e curva di luce di EM Cygni)

QUARTA PUBBLICAZIONE   IBVS 5716   (Fotometria e curva di luce di DX Andromada)

QUINTA PUBBLICAZIONE   IBVS 5727   (Osservazioni BVRI di AH HER nel 2005) 

SESTA PUBBLICAZIONE   IBVS 5749   (Fotometria di VW Vul e nuove stelle di confronto)

SETTIMA PUBBLICAZIONE   IBVS 5792   (Fotometria di DX Andromeda: l'outburst del 2006)

NONA PUBBLICAZIONE   IBVS 5867   (Studio Fotometrico Multicolore di CN Orionis)

DECIMA PUBBLICAZIONE   MSAIT Vol. 80, 184  2009   (Monitoraggio Fotometrico di Novae Nane)

UNDICESIMA PUBBLICAZIONE   IBVS 5983   (Fotometria e curva di luce di AH Herculis)

Scritto da Super User
Categoria:

Gruppo di ricerca e scoperta di Stelle Variabili

 

PUBBLICAZIONI ACCETTATE DALL'UNIONE ASTRONOMICA INTERNAZIONALE

 

OTTAVA PUBBLICAZIONE   IBVS 5824   (Analisi Fotometrica di un nuovo sistema W UMa nella Volpetta)

UNDICESIMA PUBBLICAZIONE   IBVS 5908   (Analisi Fotometrica di USNO B1 1323-0548678) NUOVA!!

Il Team di ricerca delle variabili è composto da:

Daniele Capezzali - ideatore del progetto, addetto all'automazione informatica;

Daniele Carosati - tecnico di presa dati;

Gianni Rocchi - tecnico di presa dati

Massimo Fiorucci - analizzatore dati, estrapolatore dei parametri fisici e Redattore degli articoli scientifici da pubblicare.

Corrado Spogli - gestore dei target osservativi e addetto alla correzione analisi dati

Sostanzialmente vengono programmate delle sessioni osservative su target predefiniti e attraverso scansioni sia intranight che di lungo periodo si procede alla ricerca di nove stelle variabili come quella riportata nella figura sottostante.

A partire dalle foto, si estraggono i dati fotometrici che poi vengono analizzati da un programma di calcolo ideato e programmato da Daniele Capezzali e chiamato dall'autore stesso UNIVERSENTRY che attualmente è alla sua release 2.3

I dati ottenuti e analizzati automaticamente rivelano in genere alcune probabili variabili nei campi fotografati; queste sorgenti vengono controllate a mano e se genuine vengono segnalate all'Unione Astronomica Internazionale nello specifico INFORMATION BULLETIN ON VARIABLE STARS unitamente allo studio di classificazione e alla specifica dei parametri fisici del sistema studiato.

Sistema W Ursae Maioris ricavato a partire dai dati di una nostra scoperta del 2004

Le attività di ricerca impegnano il telescopio "Elefantino" di Porziano in toto, che quindi è utilizzato esclusivamente per tali attività. Viene inoltre spesso utilizzato il telescopio della cupola Astrea e l’osservatorio personale di Gianni Rocchi

Chiunque sia interessato o voglia saperne di più può scrivere una e-mail al gruppo ricerca scientifica cliccando Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.